Item added to your cart

NORDICA JOURNAL

FIS WC , DOWNHILL @ GARMISCH (GER), COMMENTATO DA PAOLO DE CHIESA

25-02-2013

23/02/2013 - FIS WC MAN DOWNHILL, GARMISCH (GER)

Sulla pista dove non avevano mai osato gli italiani, il primo ad infrangere il tabù sarebbe passato alla storia! Ci è riuscito Innerhofer, seppur sulla Kandahar, disegnata per i mondiali 2011 di fianco alla leggendaria Kreuzeck. Memore di favolose sensazioni dal sapore iridato, l’azzurro ha scritto il proprio nome nell’albo d’oro, scatenandosi sulle curve ondulate della parte centrale e recuperando con spiccioli di interesse il mezzo secondo patito nel tratto di scorrimento. Volando con leggerezza e massima determinazione, Inner è riuscito a lasciarsi alle spalle, per 12 centesimi, l’austriaco Streitberger, partito col 30 e non con i favori del pronostico. Se non si fosse scomposto, aprendosi di busto, sulle ondulazioni sempre più marcate nella compressione dell’ultima curva, sarebbero stati guai! Il terzetto austriaco, un pericolosissimo trenino infilatosi sulle code di Inner, è stato completato da Kroell, 4 centesimi più indietro e da Reichelt. In coppa di discesa, Svindal si è ripreso la leadership con un buon 5° posto, superando di 10 punti il nostro Dominik Paris, 8° senza il sole che, un minuto più tardi, ha illuminato la neve a giorno per gli altri migliori 6 della classifica mondiale. Quinto in fondo al piano, l’asso della Nordica ha sciato più contratto di coloro che gli sono finiti davanti, guarda caso scattati dopo di lui, ad eccezione dell’ottimo Sporn con il numero due! Un’altra bella gara per l’azzurro e per Nordica, gratificata dal 9° posto, a 4 centesimi da Paris, del giovane tedesco Ferstl: bravissimo!

Become a Nordican
and connect with us