Zum Warenkorb hinzugefügt.

NORDICA JOURNAL

FIS WC SUPER G @KITZ (AUT), COMMENTATO DA PAOLO DE CHIESA

24.01.2015

Il tracciatore norvegese aveva mollato le briglie del superG. per avvantaggiare Jansrud, offrendo uno spettacolo straordinario. Certo, le velocità supersoniche nelle semicurve piazzate nei punti cruciali avranno forse saggiato i limiti delle possibilità umane, ma vincere una gara del genere, anche se nell’albo d’oro non sarà scritto, vale molto, molto di più! E’ toccato a Paris, vincitore del suo primo superG. in carriera, vivere un’emozione del genere. Partito all’attacco, dopo aver messo giù la mano sinistra nella curva prima del Larkenschuss, l’asso della Nordica doveva recuperare ancora un centesimo a Mayer in cima allo Ziel Schuss, guadagnato con gli interessi per effetto ritardato della fantastica traiettoria impostata sulla diagonale, volata senza far risalire le spatole prima di sfondare con una spallata la porta piazzata sul punto più ripido della Streif: eccezionale! La traversa era difficilissima perché, all’uscita dell’Hausberkante, c’era una porta su un dosso dove bisognava violentare l’istinto di invertire, anche solo per un attimo, sul piede sinistro, mossa fatale con scarroccio verso il basso: in pochi sono rimasti sul piede destro, per contrastare senza indugi le forze in gioco! La combinata, appiccicata al superG. con una manche di slalom serale, ha premiato Pinturault, più audace di Hirscher in un superG. troppo veloce per entrambi e un ritrovato Bank, lo sciatore della Repubblica Ceca condizionato nelle ultime stagioni da una grave forma malarica contratta in Africa, grandissimo in entrambe le prove, sì da issare i suoi Nordica sul terzo gradino del podio, a danno di Kostelic, beffato per 3 centesimi!

Become a Nordican
and connect with us